Soldi per fargli rivedere ragazzina che ha in affidamento, due arresti

carabinieri28Bari, 21 dicembre 2013 – Per mesi hanno estorto denaro, in tutto circa 3.000 euro, ad un italiano che aveva in affidamento una minorenne di nazionalita’ rumena con la minaccia di non fargliela piu’ incontrare. L’uomo aveva conosciuto la famiglia della ragazzina durante un lungo soggiorno in Romania e, nel giugno scorso, l’aveva portata con se’ in Italia in accordo con la famiglia di origine. Da quel momento, pero’, e’ iniziato un vero e proprio incubo: infatti la minorenne e’ scomparsa trovando ospitalita’ presso alcuni connazionali rumeni che soggiornano a Bari. Questi ultimi hanno iniziato a chiedere denaro all’affidatario minacciandolo che non avrebbe piu’ rivisto la ragazza qualora non avesse pagato.

L’uomo ha denunciato tutto ai carabinieri della Compagnia di Bari Centro che, dopo le prime indagini avviate sotto la direzione della Procura della Repubblica del capoluogo pugliese, hanno rintracciato la ragazzina che e’ stata affidata ad una comunita’ e che ora e’ rientrata nel paese di origine. Per i presunti estorsori e’ scattata la richiesta di custodia cautelare che il giudice per le indagini preliminari ha concesso concordando con le valutazioni degli investigatori e della Procura. A finire in carcere sono stati L.T.N., 21enne dimorante presso il campo nomadi di Japigia e A.R.G., rumeno 27enne senza fissa dimora. Un terzo complice e’ tuttora ricercato e si pensa che possa essersi rifugiato in Romania. (Adnkronos)