Controlli in zone ‘movida’, giovani cercano colpire agenti con bottiglie

polizia notte8Roma, 22 dicembre 2013 – Spaccio di droga, furto, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento dei beni dello Stato. Questi i reati per i quali sono finite in manette nelle ultime 24 ore quattro persone in diverse zone di Roma. Particolare attenzione, come di consueto, ai luoghi della movida.

E proprio nel corso di un controllo a S. Lorenzo gli agenti hanno arrestato B.A.M., un 27enne tunisino che dovrà rispondere di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato ai beni dello Stato. Il 27enne, fermato per un semplice controllo, ha iniziato ad inveire contro gli agenti ed a colpirli con pugni e calci nel tentativo di allontanarsi.

Nel frangente alcuni giovani, presenti in piazza dell’Immacolata, si sono avvicinati minacciosi armati di bottiglie rotte, con le quali hanno cercato di colpire, fortunatamente senza riuscirci, i poliziotti, che per dissuaderli dai loro propositi hanno esploso due colpi in aria, riuscendo in tal modo a farli desistere. In ausilio alla pattuglia del commissariato sono giunte in breve varie altre volanti, il cui intervento è servito a riportare la situazione sotto controllo. Il 27enne, condotto in commissariato, è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento ai beni dello Stato. I due agenti hanno riportato varie contusioni giudicate dai sanitari guaribili in 5 e 7 giorni.

Le successive indagini cercheranno di identificare gli altri giovani che si sono scagliati contro i poliziotti. Nel tardo pomeriggio, nel corso di un altro controllo avvenuto sempre nella zona di S. Lorenzo, un 33enne tunisino era stato sorpreso con varie dosi di hashish e, condotto in commissariato, era stato denunciato per possesso di sostanze stupefacenti al fine di spaccio.

I controlli non si sono comunque limitati alla zona del centro. Al Casilino, sono stati gli agenti del commissariato di zona a trarre in arresto D.R.G., un 37enne romano che stava scontando una condanna – inerente reati di droga – agli arresti domiciliari; l’uomo, incurante della misura restrittiva, continuava il suo “lavoro” dall’interno della suo appartamento. Notata la presenza di numerosi giovani conosciuti dagli agenti come tossicodipendenti nei pressi dell’abitazione, i poliziotti sono intervenuti trovando all’interno dell’appartamento alcuni involucri, contenenti cocaina, già pronti per lo vendita.

Accompagnato negli uffici di polizia, è stato nuovamente arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sorpreso invece e arrestato un ladro d’auto in zona Romanina. A bloccarlo sono stati gli agenti del commissariato di zona, impegnati nei servizi di controllo del territorio per le vie del quartiere.

Nel pomeriggio di ieri, nei pressi del parcheggio del centro commerciale di via Ferri, i poliziotti hanno notato una persona aggirarsi tra le autovetture parcheggiate. Inizialmente – non accorgendosi della polizia, l’uomo utilizzando alcuni “arnesi”, ha forzato la portiera di un furgone; una volta all’interno ha cercato di farlo partire, ma rendendosi conto di essere stato sorpreso è fuggito. Inseguito, è stato raggiunto dai poliziotti dopo essere appena salito su un’altra autovettura, con la quale era probabilmente arrivato.

Perquisito, è stato trovato in possesso di un cacciavite e di una pinza; nel bagagliaio della sua auto sono stati poi trovati e sequestrati altri arnesi. Identificato per D.R.A., 39enne di Frascati, è stato arrestato per tentato furto aggravato e possesso di arnesi atto allo scasso.

Furto aggravato in concorso invece il reato contestato a G.R.S., romeno di 21 anni, bloccato dagli agenti del Reparto Volanti al termine di un inseguimento a piedi dopo che con alcuni complici, riusciti a fuggire, aveva tentato di mettere a segno un furto in una tabaccheria al Tuscolano. I poliziotti, dopo averlo arrestato, gli hanno anche sequestrato uno zaino contenente svariati arnesi atti allo scasso. (Adnkronos)