Litiga in ospedale con fratelli e li accoltella

carabinieri4Foggia, 30 dicembre 2013 – Una tragedia sfiorata per la semplice richiesta di una sigaretta. E’ accaduto sabato sera nella sala d’attesa del reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia dove e’ avvenuta una rissa tra tre fratelli. Giuseppe Muraglia di 29 anni, e’ stato arrestato dai carabinieri per aver accoltellato i due fratelli, Maurizio di 20 anni, e il piu’ grande, figlio di padre diverso, Francesco Ricci di 34 anni. Le vittime, operate alla milza e ai reni, sono ricoverate in prognosi riservata. Secondo la ricostruzione degli inquirenti i tre, insieme ad un quarto fratello, alla madre e ad una zia, erano in sala d’attesa per far visita alla nonna, ricoverata da alcuni giorni. Ad un certo punto, Giuseppe Muraglia ha chiesto una sigaretta al fratellastro Ricci, che gli avrebbe risposto bruscamente. Muraglia ha cosi’ iniziato ad inveire, colpendolo con uno schiaffo che gli ha fatto volare il cappellino e la sigaretta. E’ intervenuto l’altro fratello, ma Giuseppe Muraglia ha estratto un coltellino e ha prima colpito il piu’ grande e poi ha colpito l’altro fratello. Sono subito intervenute le guardi giurate, i medici del reparto e poco dopo i carabinieri. L’aggressore e’ stato rintracciato poco dopo in altri locali dell’ospedale, anche lui ferito ad una mano.(AGI)