Rapinatori in fuga cadono in un canale. Salvati dai carabinieri e arrestati

carabinieri16Milano, 30 dicembre 2013 – Salvati dalle acque gelide di un canale e poi arrestati in ospedale, con l’accusa di rapina. Questa la sorte toccata a due pregiudicati di Rozzano, Pietro Spera, 34 anni e Andrea Giuliano, 20, in carcere a Pavia. Domenica sera, attorno alle 23, Pietro Spera – che doveva essere a casa sua, dato che era agli arresti domiciliari – e il suo complice, hanno sorpreso e rapinato un ragazzo di vent’anni nelle campagne di Lacchiarella. Il giovane, che risiede nel Comasco, si era appartato con una prostituta di origine straniera. I due pregiudicati si sono avvicinati all’auto a bordo di uno scooter e, minacciando la coppia con una pistola, hanno costretto il giovane a consegnare loro il cellulare, il portafogli e il giubbotto. Quindi, sono fuggiti a bordo dello scooter, così come la prostituta, che, tuttavia, sarebbe estranea ai fatti.

L’INSEGUIMENTO – Ripresosi dallo spavento, lo studente è tornato in paese ed è riuscito a chiamare il 112, fornendo una descrizione dettagliata dello scooter e dell’abbigliamento dei pregiudicati. Una pattuglia dei carabinieri di Basiglio li ha intercettati sulla statale 35 «dei Giovi», all’altezza di Zibido San Giacomo, e ha cominciato a inseguirli. Dopo qualche chilometro, i due hanno deciso di abbandonare lo scooter e scappare nei campi. Per farlo si sono gettati nel canale che, in quel tratto, corre accanto alla Statale, ma non avevano fatto i conti con l’acqua gelida e più profonda di quanto pensavano. I due hanno accusato un lieve malore, dovuto all’assideramento e i carabinieri hanno dovuto prima trarli in salvo, poi chiamare il 118 per farli accompagnare all’ospedale San Paolo, dove sono stati visitati e curati per ipotermia. Una volta fuori pericolo, i due sono stati arrestati e portati al carcere Torre del Gallo di Pavia. Lo scooter usato dai rapinatori era stato rubato a novembre ad Assago.

Giovanna Maria Fagnani
Fonte: Corriere della Sera