Addio 2013: dai ‘due papi’ a Mandela, l’anno in 12 eventi

ratzinger bergoglioRoma, 30 dicembre 2013 – Il 2013 verra’ ricordato come l’anno ‘dei due Papi’ ma molti sono gli eventi che hanno caratterizzato gli ultimi dodici mesi trascorsi. Dalla rielezione del presidente americano, Barack Obama, alla morte della ‘lady di ferro’ Margaret Thatcher, dal raddrizzamento della Concordia alla morte di Nelson Mandela, ecco in dodici punti i fatti che hanno segnato il 2013. Gennaio: Barack Obama, il primo presidente afroamericano, si insedia di nuovo alla Casa Bianca dopo essere stato rieletto per il secondo mandato consecutivo. Febbraio: Papa Benedetto XVI lascia il ministero di vescovo di Roma e diventa Papa Emerito. Il pontificato di Ratzinger finisce alle 20 del 28 febbraio, momento in cui inizia il periodo di sede vacante. Marzo: i cardinali in conclave eleggono il nuovo Papa; e’ il cardinale Jorge Bergoglio, che scegliera’ il nome di Francesco per evocare il ritorno alla Chiesa povera. Aprile: all’eta’ di 87 anni muore la ‘lady di ferro’, la baronessa Margaret Thatcher. Fu primo ministro del Regno Unito dal 1979 al 1990, unica donna ad aver ricoperto tale ruolo. Maggio: un forte tornado travolge Oklahoma City. Giugno: in Turchia piazza Taksim, a Istanbul, diventa il cuore di una lunga protesta contro il primo ministro Recep Tayyip Erdogan Luglio: nasce il principe George, figlio di William e Kate; la Gran Bretagna impazzisce per il royal baby Agosto: gli attivisti siriani accusano il presidente Bashar al-Assad di aver usato gas nervino nei sobborghi di Damasco, uccidendo oltre 1.400 persone. Settembre: dopo piu’ di un anno, la Costa Concordia viene raddrizzata dai fondali dell’isola del Giglio; intanto continua il processo al capitano Francesco Schettino. Ottobre: tragico naufragio a Lampedusa, quasi 200 morti fra i migranti. Cadaveri sepolti in fondo al mare Novembre: Haiyan, un tifone di forza 5, rade al suolo le Filippine. Quasi 6mila le vittime, 4 milioni gli sfollati e 1759 i dispersi. Dicembre: muore a 95 anni Nelson Mandela, il padre della lotta all’apartheid. Il mondo commosso, Madiba sepolto nel suo villaggio natale di Qunu. (AGI)