Botti di Capodanno: decine di feriti in tutta italia, grave un 19enne

Foto: archivio
Foto: archivio

Napoli, 1 gennaio 2014 – Decine di feriti in tutta Italia per i “botti” di Capodanno. Vittime sono stati non solo gli adulti, ma in qualche caso anche i bambini.
A NAPOLI 50 FERITI
Il piu’ grave ha quaranta giorni di prognosi, e c’e’ anche una bimba di sei anni cui qualcuno ha messo in mano un bengala. Ma il bilancio delle vittime dei botti di Capodanno a Napoli e provincia e’ ‘positivo’ dato che registra ‘solo’ cinquanta feriti in totale, ventotto in citta’ e ventidue nell’hinterland, di cui otto minorenni. C’e’ anche chi e’ stato colpito da una pallottola vagante, almeno il suo racconto, la l’episodio, sul quale indaga la polizia, e’ accaduto alle 18.30 nella zona di Montecalvario, nel centro storico della citta’.
Un incidente stradale mortale in via Manzoni, nonche’ l’esplosione, forse dolosa, di una bombola di gas all’esterno di un esercizio commerciale, e roghi di cassonetti causati probabilmente da scintille dei fuochi d’artificio hanno tenuto impegnati forze dell’ordine, polizia municipale e vigili del fuoco. Rissa infine sul lungomare trasformato in discoteca.
DUE BAMBINI FERITI DAI BOTTI A MILANO, UNO PERDE MANO
Due bambini, uno di 7 anni anni e l’altro di 10, sono rimasti feriti per i botti durante i festeggiamenti per l’anno nuovo a Milano. Il primo, a causa dell’esplosione di un petardo, ha perso la mano destra ed e’ stato ricoverato ma non e’ in pricolo di vita. Il secondo ha subito ustioni da polvere pirica ed e’ stato dimesso dall’ospedale. I due bambini stavano giocando nel cortile di un palazzo nella zona nord di Milano.
A BARI FERITE SETTE PERSONE
Nonostante l’ordinanza del sindaco di Bari che vietava l’esplosione di ‘botti’, e la crisi economica, il Capodanno a Bari e’ stato salutato anche con potenti fuochi d’artificio che hanno causato il ferimento di almeno 7 persone, due delle quali hanno riportato lesioni gravi. In particolare, un ragazzo ci ha rimesso la falange di un dito, ed un altro ha riportato una grave lesione ad un occhio, per l’esplosione di botti illegali al quartiere San Paolo. Un ragazzo e’ stato colpito da un petardo mentre si trovava su un balcone nel centro della citta’, ed e’ rimasto lievemente ustionato al volto.
Numerosi,ma in minor numero rispetto agli anni scorsi, gli interventi dei Vigili del Fuoco per spegnere incendi di cassonetti di rifiuti e di alcune vetture.
FERITO GRAVEMENTE UN 19ENNE NEL SALENTO
Sono tre le persone rimaste ferite in modo grave per i ‘botti’ durante i festeggiamenti della notte di Capodanno nel Salento.
Il piu’ grave e’ un 19enne di Gallipoli (Le), ricoverato in ospedale in prognosi riservata. Un altro giovane di 29 anni, sempre a Gallipoli, ha subito lesioni giudicate guaribili in otto giorni. Una ragazza di 23 anni di Castrignano dei Greci e’ stata ricoverata al “Vito Fazzia” di Lecce per ferite giudicate guaribili in una ventina di giorni. Durante la notte scorsa un grosso petardo e’ esploso davanti a un bar di via Salvatore Grande, a Lecce, causando la rottura della vetrina. La polizia sta accertando se si sia trattato di un attentato.
SETTE FERITI PER I ‘BOTTI’ NEL FOGGIANO
Sette le persone ferite in provincia di Foggia a causa dei botti di fine anno. Si tratta di adulti che hanno riportato ferite e lesioni guaribili in meno di 40 giorni. Il piu’ grave e’ un cittadino romeno di 35 anni, che a Castelluccio dei Sauri e’ rimasto ferito ad una mano e agli occhi mentre stava cercando di accendere una “batteria” di fuochi. L’uomo e’ stato trasportato al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Foggia e giudicato guaribile in 30 giorni. Medicato anche a Foggia un altro uomo di Lesina (Fg), ferito al volto dall’esplosione dei fuochi pirotecnici. (AGI)