‘Ndrangheta: Rosy Canale torna il libertà

Nella foto: Rosy Canale
Nella foto: Rosy Canale

Reggio Calabria, 1 gennaio 2014 – Ieri e’ stata notificata la decisione assunta il giorno precedente dal Tribunale del Riesame, che con propria ordinanza su richiesta dell’avv. Giancarlo Liberati, ha revocato le misure cautelari degli arresti domiciliari a Rosy Canale. Torna libera dunque l’ex presidente dell’associazione “Movimento donne di San Luca”, che era stata arrestata il 12 dicembre scorso nell’ambito dell’operazione Inganno per truffa e malversazione, reati entrambi senza alcun legame con l’associazione mafiosa di cui erano accusati altri indagati della medesima operazione. La vigilia di Natale Canale si era dimessa da ogni carica in seno all’associazione interrompendo al contempo lo sciopero della fame che aveva iniziato quando il gip non aveva accolto la sua richiesta di revoca dei domiciliari. (AGI)

Leggi anche:
‘Ndrangheta: 6 arresti nel Reggino,anche nota attivista antimafia
‘Ndrangheta: in manette ‘pasionaria’ antimafia Rosy Canale
‘Ndrangheta: Gratteri, ”no ad ‘antimafia delle parole”’
Arrestata Rosy Canale, vestiti e auto con i contributi per la lotta alla mafia
‘Ndrangheta: gip Reggio Calabria, ”sconforta antimafia vista come occasione arricchimento”
Borse griffate, auto di lusso e settimane bianche. Ecco le spese pazze dell’eroina anti-’ndrangheta
‘Ndrangheta: revocato premio Paolo Borsellino a Rosy Canale
‘Ndrangheta, Rosy Canale non ci sta: sciopero della fame

Mafia: Troppa retorica e poca legalità