Rissa tra fazioni politiche con spranghe e bottiglie, 2 arresti

Foto: archivio
Foto: archivio

Teramo, 1 gennaio 2014 – Alcuni feriti e due arresti sono il bilancio di una rissa che ha coinvolto una ventina di persone alle 5 di mattina in centro a Teramo: secondo la Questura, i giovani sarebbero appartenenti ad opposte fazioni politiche, già protagonisti di scontri e ferimenti negli anni passati. I due gruppi di sono affrontati armati di spranghe di ferro e bottiglie nella centrale piazza Dante e solo l’intervento in forze di Digos, Squadra Mobile e Carabinieri ha evitato conseguenze più drammatiche.

Nel fuggi fuggi generale, la polizia ha fermato due trentenni, uno per fazione, i quali su disposizione del magistrato di turno sono stati posti agli arresti domiciliari. Sono in corso indagini per individuare gli altri partecipanti alla rissa. Nel Natale 2009 tre giovani di estrema sinistra furono accoltellati nel corso di un’altra rissa nei pressi di una discoteca: da quell’episodio nacque una faida che sfociò in altri successivi scontri e una indagine che nello scorso mese di luglio ha portato a 15 condanne e sei assoluzioni per complessivi 22 anni e tre mesi di reclusione. (ANSA)