Svaligiano casa di un giovane appena morto, scoperti i due sciacalli

furto-ladro-appartamentoRovigo, 1 gennaio 2014 – I carabinieri della Compagnia di Adria hanno dato finalmente un nome ai due autori del furto in appartamento consumatosi, la notte del 28 dicembre a Porto Tolle. L’abitazione era di Davide Mercurio, il 33enne di Ca’ Tiepolo deceduto il 26 dicembre in Ospedale a Rovigo, dopo un sofferente ricovero. La triste vicenda del 33enne, tra l’altro già orfano di padre e madre, era tra l’altro ben nota a Porto Tolle e dintorni, motivo per il quale quando il 28.12.2013 i due sconosciuti ladri hanno fatto ‘visita’ a casa del giovane sapevano benissimo di trovarla disabitata.

Sono stati in due ad agire, entrambi conoscenti di Mercurio. I due malfattori, già noti alle forze dell’ordine per precedenti specifici, si sono introdotti di notte, mediante un “piede di porco” ed altri “ferri del mestiere”, nell’abitazione del 33enne, rubando tutto quello che gli capitava a tiro. La loro azione, però, non è passata inosservata. Infatti, alcuni occasionali testimoni, anche mediante alcune segnalazioni fatte su alcuni social network, hanno indirizzato gli inquirenti della Stazione di Porto Tolle che, nel giro di 72 ore, sono riusciti a risalire ed incastrare i due: un 45enne ed un 23enne di Ca’ Tiepolo, entrambi nullafacenti.
I due, quindi, sono stati denunciati a piede libero dai CC per concorso di persone in furto pluriaggravato in abitazione. La loro posizione, al momento, è al vaglio della Procura della Repubblica di Rovigo.

Fonte Il Giorno