Veronica, figlia e sorella di carabinieri ”grazie presidente, io non mollo”

napolitano messaggio fine annoFirenze, 1 gennaio 2014 – “Non mi aspettavo tutta questa attenzione nei miei confronti. La lettera scritta al presidente Napolitano risale alla scorsa primavera, per me era gia’ un onore e una sorpresa aver ricevuta la risposta tramite la sua segreteria”. Non cerca pubblicita’ Veronica Fiorillo, la studentessa ventinovenne di Empoli, che e’ stata citata dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel suo discorso di fine anno: “Sinceramente mi piace solo l’idea che la mia lettera e il fatto che ne abbia parlato Napolitano porti all’attenzione di tutti il problema di noi giovani. Siamo tanti, laureati, che stanno ancora studiando e che hanno problemi a costruirsi un futuro”. Un futuro che per Veronica, trasferitasi da qualche tempo in Lombardia, e che segue il corso di specializzazione a Torino dove si e’ anche laureata in psicologia, significa matrimonio: “Il tempo passa e sinceramente vorrei trovarmi un lavoro per potermi sposare e costruirmi una famiglia. Con tirocini gratuiti e’ impossibile, quando li trovi perche’ si fa fatica anche a farli gratuiti”. Figlia e sorella di carabinieri Veronica dice sorridendo: “Forse dovevo anch’io seguire le orme di mio padre e mio fratello. Ma io non mollo e sono venuta al Nord sia perche’ il mio fidanzato e’ di Milano, sia per avere piu’ possibilita’” (ANSA)