Rosy Canale indesiderata in spazio espositivo, ”sono stata discriminata”

rosy.canaleReggio Calabria, 2 gennaio 2014 – Rosy Canale “discriminata”. E’ quanto la fondatrice del movimento “Donne di San Luca”, arrestata per truffa a dicembre e scarcerata nei giorni scorsi, denuncia tramite il suo legale Giancarlo Liberati. Poco dopo la mezzanotte del primo gennaio, Rosy Canale è entrata in uno spazio espositivo di Reggio Calabria insieme a un’amica. Il curatore della mostra e i suoi collaboratori l’hanno chiamata da parte e detto che la sua presenza non era gradita facendo un generico riferimento alla vicenda giudiziaria. Si è trattato di un comportamento “aberrante, incivile, discriminatorio privo di ogni umanità che si qualifica da solo e non necessita di ulteriori commenti”, ha affermato nella nota diffusa dall’avvocato.

“Il cammino della legalità -prosegue Rosy Canale- non si nutre di falsi moralismi né di retaggi culturali di perbenismo ipocrita ma solo di coerenza e integrità. Ma ciò che maggiormente scoraggia è che il tessuto sociale e in particolare i professionisti e la classe dirigente di questa città che sostiene di promuovere la cultura, l’arte, un sano stile di vita e soprattutto l’emancipazione, raggiunga livelli così bassi con tali incomprensibili atteggiamenti che possono essere giustificati solo dal pregiudizio e dall’ignoranza, intesa come assoluta disconoscenza di fatti e circostanze che oggi riguardano la mia persona, ieri hanno riguardato e distrutto altre persone poi risultate innocenti all’esito di un giusto processo e domani, chissà, potrà riguardare chiunque, compreso chi oggi si è scandalizzato della mia scomoda e indesiderata presenza nel suo locale”. (Adnkronos)

Leggi anche:
‘Ndrangheta: 6 arresti nel Reggino,anche nota attivista antimafia
‘Ndrangheta: in manette ‘pasionaria’ antimafia Rosy Canale
‘Ndrangheta: Gratteri, ”no ad ‘antimafia delle parole”’
Arrestata Rosy Canale, vestiti e auto con i contributi per la lotta alla mafia
‘Ndrangheta: gip Reggio Calabria, ”sconforta antimafia vista come occasione arricchimento”
Borse griffate, auto di lusso e settimane bianche. Ecco le spese pazze dell’eroina anti-’ndrangheta
‘Ndrangheta: revocato premio Paolo Borsellino a Rosy Canale
‘Ndrangheta, Rosy Canale non ci sta: sciopero della fame
‘Ndrangheta: Rosy Canale torna il libertà

Mafia: Troppa retorica e poca legalità