Tenta di investire un agente di polizia, inseguito e preso

polizia stradale7Ascoli, 2 gennaio 2014 – La polizia stradale di Ascoli Piceno ha arrestato la notte scorsa un cittadino nigeriano. L’uomo ha tentato di sfuggire ad un controllo di una pattuglia in servizio nel territorio del Comune di Spinetoli. Secondo delle prime informazioni, alla vista degli agenti lo straniero alla guida di un’auto ha tentato di investire uno di loro, per guadagnare la fuga. È stato inseguito dalla pattuglia ed infine bloccato.

È accaduto tutto intorno alle 22, quando la polizia stradale ha notato un’auto da cui era sceso un nigeriano che stava strattonando un connazionale. Alla vista della pattuglia, l’auto è ripartita a forte velocità. Gli agenti hanno iniziato un inseguimento e, dopo vari tentativi, sono riusciti a piazzare la propria auto davanti a quella dei fuggitivi. Uno degli occupanti è sceso ed è scappato, poi l’auto è ripartita cercando di investire uno dei due agenti. Per cercare di fermare il mezzo i poliziotti hanno esploso anche due colpi di arma da fuoco a scopo intimidatorio.

Nella fuga, la vettura dei nigeriani è andata a sbattere contro un altro veicolo che si era fermato alla vista dei lampeggianti e i cui occupanti sono rimasti, nell’urto, leggermente contusi. Incurante dell’incidente provocato, il nigeriano è ripartito fermandosi dopo 600-700 metri. Gli occupanti dell’auto sono scesi, fuggendo a piedi nei campi.

Due hanno fatto perdere le proprie tracce mentre l’uomo alla guida è stato bloccato dalla Polstrada dopo essere finito prima contro una Fiat Panda e poi caduto in un canale, rimanendo leggermente ferito.
In manette è finito W. M., 25 anni, con regolare permesso di soggiorno.

L’auto che stava guidando era sprovvista di copertura assicurativa e non era revisionata. Il 25enne è risultato anche positivo all’alcol test con un valore pari a 2.18 g/l, ben superiore al limite di 0.50. Il giovane è stato arrestato per tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale, guida in stato di ebbrezza, omissione di soccorso, oltre che per il possesso di una patente nigeriana falsa.
Fonte Corriere Adriatico