Operazione ‘Macigno’: sgominata una banda di pusher

carabinieri blitz1Ancona, 3 gennaio 2014 – Una vera e propria holding del ‘malaffare’, del traffico e spaccio di eroina è stata smatellata dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Osimo (Ancona). Arrestati i quattro componenti della banda di trafficanti che operavano attivamente in tutta la Val Musone e nel Recanatese, portando droga nei paesi circostanti con contatti consolidati con i pusher locali, intenzionati a soppiantare gli spacciatori arrestati nelle ultime operazioni antidroga effettuate.

L’operazione chiamata ‘Macigno’ si è conclusa all’alba di stamattina. I carabinieri di Osimo, in collaborazione con quelli delle compagnie di Macerata e Fermo, hanno impiegato 15 militari operanti in due gruppi.

Il primo gruppo ha arrestato per detenzione illegale di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio Marco Castellani, 29enne di Macerata, e Letizia Bianchetti, badante incensurata di 27 anni, entrambi domiciliati a Morrovalle. I due sono stati fermati in località Trodica del comune di Morrovalle, a bordo di una Fiat Punto. Addosso avevano un involucro contenente 12,7 grammi di eroina e quattro dosi del peso complessivo di 7,7 grammi della stessa sostanza. L’uomo li aveva nascosti negli slip, pronti per il traffico e lo spaccio al dettaglio della droga.

Nella camera da letto, i carabinieri hanno trovato una borsa foderata di carta stagnola, per sviare il fiuto dei cani, celata dietro l’armadio, contenente un’ulteriore dose di eroina del peso di 1,3, grammi, altri 9,2 grammi di sostanza da taglio di tipo mannitolo, un bilancino di precisione e alcuni ritagli di cellophane per la confezione delle dosi. I due sono ai domiciliari.

Il secondo gruppo di militari ha arrestato Yassine Dami, marocchino di 22 anni, in regola con il permesso di soggiorno, e Chiara Pastocchi, 27 anni di Civitanova Marche, entrambi domiciliati a Porto Sant’Elpidio. I due sono stati sorpresi nella notte nella loro abitazione e trovati in possesso di 82 grammi di eroina, suddivisi in 23 involucri pronti per lo spaccio, della somma di 130 euro, risultata provento di spaccio e di 3 cellulari utilizzati per il traffico illegale di stupefacenti, sottoposti a sequestro. I due si trovano in stato di arresto. (Adnkronos)