”Mia moglie mi ha tradito” e minaccia il suicidio al bar

carabinieri54Rinuncia ai suoi propositi anche per l’intervento della stessa donna e della figlia

Mantova, 5 gennaio 2014 – Temeva di essere stato tradito dalla moglie e ha minacciato il suicidio in un bar di Castellucchio. Protagonista dell’episodio un 45enne di Gazzuolo, C.A. operaio coniugato, che in stato di alterazione, ha manifestato l’intenzione di togliersi la vita tenendo in mano un coltello da cucina. È partita una chiamata al 112 ma quando i carabinieri sono arrivati hanno accertato che il coltello gli era già stato tolto dalla moglie e dalla figlia. L’uomo è stato poi portato al Poma per accertamenti. L’episodio è avvenuto al bar Ale Cafè, di via San Marco intorno alle otto di sabato sera. Sono stati i clienti a chiamare il 112 vedendo l’uomo con il coltello in mano, molto agitato, che gridava di volersi uccidere. Per fortuna la moglie e la figlia lo avevano già fermato.
Intanto sono arrivate in via San Marco l’ambulanza della Croce Verde di Goito e l’automedica. L’uomo è salito volontariamente sull’ambulanza che lo ha trasportato al Poma per essere sottoposto ad accertamenti. È stato ricoverato in osservazione.
Secondo i carabinieri si sarebbe trattato di una sceneggiata, messa in atto senza reali intenzioni di suicidio: l’uomo era convinto di essere stato tradito di recente dalla moglie.

Fonte: La Gazzetta di Mantova