Schumacher: condizioni stabili ma critiche

Michael SchumacherGrenoble, 6 gennaio 2014 – Le condizioni di Michael Schumacher restano ”stabili” ma sempre ”critiche”. Lo affermano i medici che lo seguono all’ospedale di Grenoble, dov’è ricoverato dal 29 dicembre, citati dai media francesi. ”L’intimità del paziente esige che non siano forniti dettagli sul suo trattamento – hanno aggiunto – ed è per questo che non prevediamo di tenere nuove conferenze stampa né di diffondere comunicati scritti nell’immediato”.

Conferenza stampa inquirenti mercoledì 8/1 ore 11  – La procura e i gendarmi che indagano sull’incidente sciistico occorso a Michael Schumacher terranno una conferenza stampa mercoledì alle 11, al palazzo di giustizia di Albertville, nelle Alpi francesi. Lo ha annunciato il procuratore Patrick Quincy, citato da diversi media transalpini. La conferenza stampa, ha spiegato, fornirà aggiornamenti sull’avanzamento delle indagini per ricostruire la dinamica della caduta.

Giornata dell’affetto venerdi’ scorso dal popolo della Ferrari per Michael Schumacher (profilo) nel giorno del suo 45/o compleanno. I tifosi dei Club ufficiali sfilano in manifestazione silenziosa ma colorata di rosso davanti al Grenoble University Hospital Center (GUARDA LE FOTO). Il sito della Ferrari sarà dedicato al fuoriclasse con una foto-gallery delle 72 vittorie al volante di una vettura del Cavallino Rampante.

Schumacher e’ rimasto coinvolto del drammatico incidente  per avere aiutato una bambina che sciava nel suo gruppo di amici: e’ quanto scrive oggi la Bild facendo una ricostruzione della “caduta da orrore di Schumi” e citando informazioni “esclusive”.  Questa la ricostruzione di Bild: domenica mattina Schumi e il figlio Mick (14 anni) si incontrano con degli amici per andare a sciare sulle piste di Meribel, sulle Alpi francesi. Schumacher ha sci noleggiati. Da sciatore esperto, scrive Bild asserendo di raccontare “la verità” sull’incidente, Schumi si tiene in coda al gruppo per controllare i bambini sulla pista di Monte Saulire (2.783 m.). A un certo punto la figlia di un amico cade, Schumi l’aiuta a rimettersi in piedi allontanandosi di circa 20 metri nella neve alta fra le piste Biche e Mauduit. Sempre secondo Bild, l’incidente e’ avvenuto fra le 10:50 e le 11 (circa un quarto d’ora prima di quanto ritenuto): Schumacher, che oltre al casco indossava anche delle protezioni sul torace, sfiora una roccia coperta di neve a velocità molto bassa perchè, spiega Bild, si e’ appena messo in moto. Poi, scrive Bild citando la portavoce del pilota, Sabine Kehm, “finisce su un’altra roccia che non aveva visto e perde il controllo”: “che sia poi caduto su un’altra roccia e’ stata una grande, grande sfortuna, non era troppo veloce, era una normale manovra in curva”, ha sottolineato la Kehm.

 

Fonte ANSA