Fisco:’fabbrica’ fatture con ricatto, arrestato imprenditore

gdfggPistoia, 8 gennaio 2014 –  La guardia di finanza di Pistoia ha scoperto un giro di fatture false per circa 12 milioni di euro. Arrestato un imprenditore 48enne di Montecatini Terme (Pistoia), risultato in possesso di 11 diverse partite Iva, per attivita’ rivelatesi poi fasulle ma grazie alle quali aveva emesso fatture false che servivano ad alleggerire il carico fiscale di una quarantina di soggetti, tra imprese e societa’ operanti principalmente in Toscana, tra Pistoia, Prato e Arezzo, ma anche fuori regione. Il tutto veniva coordinato da tre commercialisti, con studi a Prato e Montecatini Terme che per questo sono stati interdetti dall’esercizio della professione e ai quali sono stati sequestrati, per equivalente, sette appartamenti e un garage per un valore complessivo di 1,7 milioni di euro. All’imprenditore arrestato, oltre al reato di emissione di fatture false, e’ stato contestato anche il reato di estorsione, in quanto ad un certo punto ha richiesto soldi agli altri soggetti coinvolti, minacciando altrimenti di ”svuotare il sacco”, ossia di rivelare la vicenda alle autorita’. I provvedimenti sono stati eseguiti stamani dalla guardia di finanza di Montecatini e della sezione di pg della procura di Pistoia, a seguito di prolungate indagini, avviate un anno e mezzo fa, con una verifica fiscale nei confronti dell’imprenditore arrestato.(ANSA).