Inchiesta tangenti ricostruzione L’Aquila, si dimette vice-sindaco indagato

roberto rigaL’Aquila, 8 gennaio 2014 – ”Mi tiro da parte come ruolo di vice sindaco e assessore perché vorrei lasciare tranquilla l’amministrazione comunale, il sindaco e la Giunta senza avere dubbi sulla propria attività”. Così Roberto Riga, indagato nell’inchiesta della procura su tangenti e appalti nel post-terremoto.

“Un fulmine a ciel sereno su una vicenda che non conosco. Confido nella magistratura che faccia il suo corso, fornirò elementi per mettere in evidenza la mia piena estraneità”. Così il vice sindaco dell’Aquila, Roberto Riga, indagato nell’ambito dell’operazione su tangenti e appalti post-terremoto che ha portato a 4 arresti. “Per le mie azioni c’è la piena tracciabilità – sottolinea – comunque ho un’informazione di garanzia, non un rinvio a giudizio”. (ANSA)

Leggi anche:
Terremoto L’Aquila: inchiesta su ricostruzione accerta tangenti per 500mila euro
Inchiesta ricostruzione L’Aquila, tra gli indagati anche attuale vicesindaco