Manager tenta di uccidere escort: la perizia, ”era in grado di intendere”

escortGenova 8 gennaio 2014 – Era in grado di intendere e volere M.P., 54 anni, l’ex manager di un acquedotto genovese che la sera del 16 novembre scorso, nella sua casa di via Ravasco, a Carignano, a Genova, aveva tentato di uccidere a forbiciate e con un colpo di bottiglia al capo una escort brasiliana di 31 anni di cui si era invaghito. Lo ha stabilito il perito nominato dalla procura Gabriele Rocca, dell’Universita’ di Genova, che ha depositato stamani le sue conclusioni. Secondo il perito l’uomo era depresso ma nel pieno delle sue facolta’ mentali quando aggredi’ la donna. L’ex manager, difeso dagli avvocati Sara Cervetto e Mario Pietro Mazzucco, resta in carcere. La donna e’ rappresentata dall’avvocato Vinicio Tofi del foro di Sanremo. (AGI)