106 soccorritori dell’11 settembre incriminati per truffa: ”False invalidità”

pompieri 11 settembreTra loro anche vigili del fuoco e agenti che hanno partecipato alle operazioni di salvataggio dopo gli attentati alle Torri

New York, 8 gennaio 2014 – Hanno incassato assegni di invalidità per malattie o danni subìti durante i soccorsi dell’11 settembre. Ma non ne avevano diritto: 106 persone, tra cui 80 ex agenti di polizia e vigili del fuoco di New York sono stati incriminati martedì per frode. Erano titolari di una pensione di invalidità, per i danni riportati in servizio dopo i soccorsi dell’11 settembre in seguito all’attentato alle Torri del World Trade Center. Ma, secondo il procuratore distrettuale di Manhattan Cyrus Vance , non avrebbero avuto diritto a quella pensione, e avrebbero dunque frodato lo Stato. Dopo gli aiuti prestati nelle terribili giornate dell’11 settembre, molti degli imputati avevano denunciato di non essere più in grado di lavorare, accusando disturbi mentali (depressione e stress post -traumatico) per potere ottenere una pensione di invalidità.

BUGIE SCOPERTE – Nella loro domanda di pensione gli imputati avevano dichiarato, tra l’altro, di “non poter più viaggiare e di non riuscire più a avere nessuna relazione sociale”. In realtà , molti di loro erano perfettamente in grado di continuare una vita normale . Uno di loro è stato sorpreso a volare sul suo elicottero. Un altro frequentava i casinò di Las Vegas. Un terzo si dedicava all’insegnamento delle arti marziali. Nella truffa, gli imputati si sarebbero serviti della complicità di consulenti e medici compiacenti. La pensione media di disabilità negli Stati Uniti varia da circa 30mila a 50mila dollari l’anno.

COMPORTAMENTO DISONOREVOLE – «Molti degli imputati», ha accusato il procuratore distrettuale di Manhattan Cyrus Vance, «hanno disonorato con il loro comportamento la squadra di emergenza a cui appartenevano e che ha servito eroicamente la città, a costo della vita o della salute». Questa truffa tra l’altro ha precisato il procuratore, «ha anche ridotto le risorse per combattere le situazioni vere e provate di stress post traumatico» . In media , gli imputati hanno ricevuto ognuno 210 mila dollari non dovuti. Gli attacchi dell’11 settembre hanno causato a New York circa 3.000 vittime.

Fonte: Corriere della Sera