Addio a Gastone, il papà dei biscotti Bucaneve e dei cracker Doriano

gastone zaninTreviso, 10 gennaio 2014 – Mondo dell’imprenditoria in lutto. All’età di 88 anni si è spento Gastone Zanin, che con il fratello Giorgio aveva a lungo guidato la storica azienda Doria di Orsago, protagonista con i marchi Bucaneve, Atene, Doricrem, Doriano e tanti altri nel mercato dei biscotti, pasticceria e crackers in Italia e all’estero.

Nell’agosto de 2006, dopo trattative con la quale è stata trovata un’intesa con i Zanin, l’azienda è entrata a far parte del gruppo Bauli di Verona, conservando però la propria denominazione. L’attività produttiva della Doria si estende su una superficie di 270mila metri quadrati nello stabilimento lungo la Pontebbana ed occupa attualmente circa 250 dipendenti. Ma era arrivata ad averne oltre 400 all’epoca in cui il sistema produttivo era meno moderno e contava soprattutto la manualità. Con le più recenti attrezzature la manodopera si è inevitabilmente ridotta, anche se la produzione ha continuato a crescere. Quello della Doria è stato uno dei tanti miracoli del Nordest.

I Zanin erano originari di Sarmede, dove avevano un panificio. Si sono trasferiti a Orsago negli anni venti del secolo scorso, quando la Doria ha cominciato a svilupparsi. Cordoglio è stato espresso dal sindaco Giancarlo Mion: «La Doria ha fatto la storia del nostro paese, ha creato benessere e dobbiamo essere grati ai Zanin per quanto hanno fatto a favore della nostra comunità».

Gastone Zanin era una persona molto riservata, conduceva una vita piuttosto ritirata e ultimamente si vedeva poco in giro. Sabato scorso ha accusato un malore. È stato ricoverato all’ospedale di Conegliano, dove, nonostante le cure a cui è stato sottoposto, è deceduto nella notte tra mercoledì e giovedì. La data dei funerali, che saranno celebrati in forma strettamente privata, non è ancora stata fissata. Gastone Zanin lascia nel dolore i figli Ugo e Cinzia.

Giampiero Maset
Fonte: Il Gazzettino