Sfonda il cranio a un conoscente durante lite per un debito da 30mila euro

carabinieri57Corsico (Milano), 10 gennaio 2014 – Brutale aggressione a Corsico. L’episodio di cui è stato vittima un giovane muratore marocchino risale all’8 gennaio. Il ragazzo, regolare in Italia e incensurato, è stato colpito al cranio con una chiave d’auto serrata in un pugno. Il ventenne ha riportatato una grave frattura della teca cranica, con prognosi di 60 giorni salvo complicazioni. Uno dei presunti autori del pestaggio è stato posto in stato di fermo dai carabinieri di Corsico con l’accusa di lesioni gravi

Il pestaggio è avvenuto in pieno giorno, intorno alle 13 alla fermata del bus 321 di via Vittorio Emanuele. La violenza sarebbe scoppiata al culmine di una lite per un debito di 30mila euro che l’uomo doveva alla vittima. Al ricercato, bloccato in un call center malgrado un tentativo di fuga, i carabinieri sono giunti anche grazie al dettagliato racconto fornito da un testimone oculare dell’aggressione. Ora gli investigatori stanno cercando di individuare il complice del fermato.
Fonte Il Giorno