Sgomberata ex scuola occupata da senza tetto e migranti

polizia tenuta antisommossaBari, 14 gennaio 2014 – Poliziotti in tenuta antisommossa stanno sgomberando a Bari, dalle prime ore del mattino, l’edificio di una scuola in disuso, l’ex liceo scientifico Enrico Fermi in via Quarto al rione Carrassi, occupato da circa due anni da alcune famiglie senza casa, lavoratori precari, senza tetto, migranti e giovani studenti fuori sede. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, la Polizia di Stato e quella provinciale. Le forze dell’ordine hanno spiegato ai giornalisti che si tratta dell’esecuzione di un decreto di sequestro preventivo per occupazione abusiva. Il provvedimento e’ stato emesso dal gip Roberto Oliveri Del Castillo su richiesta del pm Giuseppe Dentamaro. “Si sono presentati alle sette – ha spiegato all’ANSA uno degli abitanti – e ci hanno detto che avevamo dieci minuti per portare via le nostre cose: non ci hanno dato neppure un giorno di preavviso”. Al momento gli occupanti sono impegnati a portare via dalle stanze dell’ex segreteria della scuola vestiti, mobili, pentole e anche alcuni strumenti musicali. Nella struttura, che era stata rinominata Villa Roth, venivano organizzati eventi culturali, molto frequentati, per raccogliere fondi utili agli abitanti. “Da questa sera – hanno detto gli occupanti – non sapremo dove andare a dormire: un’azione come questa non si fa d’inverno”. La struttura era frequentata abitualmente da circa 50 persone, mentre erano 20 quelle che vi abitavano. “Da alcuni mesi – hanno spiegato gli ex occupanti – ci avevano tolto gli allacciamenti di luce e gas, e per questo motivo i bambini che prima vivevano con noi hanno dovuto lasciare la struttura perche’ era diventata invivibile per piccoli dai tre ad otto anni”. Alcuni residenti nella zona hanno solidarizzato con gli sgomberati. (ANSA).