A 8 anni si rifiuta di chiedere elemosina e la madre lo picchia

carabinieriNapoli, 19 gennaio 2014 – Ha picchiato il figlio di 8 anni, facendolo cadere a terra, perche’ si rifiutava di chiedere l’elemosina. Una donna di 30 anni, rumena, e’ stata denunciata dai carabinieri di Napoli per maltrattamenti in famiglia, lesioni e impiego di minori nell’accattonaggio. La donna è stata notata in via Marina Nuova, all’incrocio con corso Garibaldi, mentre strattonava e schiaffeggiava il bambino, facendolo cadere a terra, perché si era rifiutato di chiedere l’elemosina agli automobilisti in transito.

Immediato l’intervento dei carabinieri, che hanno soccorso il minore. Trasportato dal 118 all’ospedale pediatrico Santo Bono, il bambino e’ stato giudicato guaribile in 10 giorni. Sono in corso le indagini dei carabinieri per accertare se il minore sia stato vittima di episodi simili in passato. Il bambino, con il consenso del tribunale dei minorenni, è stato affidato al padre. (Adnkronos)