E’ morto il piccolo Lucio, era stato abbandonato in un cassonetto un anno fa

neonato1Era stato consegnato da uno sconosciuto a un volontario nell’estate del 2012, malato e ferito con un’arma da taglio. Il tribunale dei minori gli aveva appena trovato una casa

Pisa, 18 gennaio 2014 – Da poche settimane il tribunale dei minori, dopo un lungo iter burocratico, lo aveva finalmente dato in affido a una coppia. Ma Lucio, il neonato, gravemente malato, abbandonato a Pisa il 24 agosto del 2012, non ha fatto in tempo a conoscere la sua nuova famiglia. Il bambino è morto dopo un anno e mezzo nel reparto di neonatologia dell’ospedale della città toscana, l’unico luogo che ha abitato nel corso della sua brevissima vita.

Lucio – come lo avevano ribattezzato i medici e gli infermieri che per sedici mesi lo hanno accudito come un figlio – era stato consegnato da un uomo, che non aveva voluto rivelare la propria identità, a un volontario della pubblica assistenza. Lo sconosciuto aveva spiegato di aver trovato il neonato vicino a un cassonetto dei rifiuti: un racconto al quale le indagini dei carabinieri non avrebbero mai trovato riscontro. Negativi anche gli accertamenti per cercare di identificare l’uomo. Quello che invece accertarono subito i medici è che il piccolo soffriva di una malattia molto grave e che il suo corpicino era stato martoriato da numerose ferite da arma da taglio. Almeno sette coltellate sulla schiena, una delle quali profonda e vicino al collo.

Fonte: La Repubblica