Perde l’incasso della serata e inventa una finta rapina

carabinieri27Il titolare del bar racconta alla fidanzata di essere stato aggredito sotto casa Ma i carabinieri lo smascherano: ha inventato tutto per nascondere l’ammanco

Ferrara, 19 gennaio 2014 –  In qualche maniera ha perso (o dilapidato in altro modo) 500 euro, vale a dire l’incasso della serata del bar che gestisce assieme alla compagna in un paese del territorio dell’Unione Terre e Fiumi. Poi, probabilmente preoccupato della reazione che la fidanzata avrebbe potuto avere, ha inventato di sana pianta la storia della rapina che, secondo il suo inverosimile racconto, avrebbe subito ieri mattina alle 5. I carabinieri hanno registrato quanto asserito dal gestore e hanno iniziato a fare delle verifiche. Su orari, circostanze, situazioni che potessero destare qualche dubbio. E i dubbi sono emersi tutti, tanto che l’uomo, evidentemente messo alle strette, alla fine ha deciso di raccontare la verità, che di molto si discostava dalla storia inizialmente sostenuta.
Protagonista “sfortunato” e sprovveduto della vicenda il gestore di un bar nella zona del Copparese, che ora rischia una denuncia per procurato allarme, ma soprattutto le ire della convivente. La stessa alla quale voleva evidentemente tenere nascosta la vera ragione della “perdita” di quei 500 euro. Così, pensando di poterla farla franca, l’uomo, residente nel Polesine, ha dapprima telefonato ai carabinieri raccontando la bufala della rapina; poi, messo alle corde dagli inquirenti, è stato in pratica costretto a raccontare la verità. Dei due sconosciuti che lo avrebbero aggredito, infatti, nemmeno l’ombra. Ripercorrendo più volte l’accaduto, gli inquirenti hanno cominciato a notare alcune contraddizioni nel racconto. Soprattutto per quanto riguarda l’orario in cui l’esercente avrebbe abbassato la serranda del locale del Ferrarese per fare ritorno in Polesine. Le discrepanze su questo fronte non apparivano da poco. Alla fine l’uomo ha raccontato la verità ai carabinieri. Sarebbe stato lui, insomma, a perdere (o dilapidare) – resta da vedere in che modo – l’incasso della serata. Appunto, quei 500 euro. Una storia che mostrava più di un “buco” e che non è rimasta in piedi per molto tempo. Resta ora da chiarire quali contestazioni saranno formulate per questa vicenda. Difficile che si possa evitare la denuncia.

Fonte: La Nuova Ferrara