Entra in campo per soccorrere un giocatore, allenatore squalificato per 45 giorni

partita palloneUno dei ragazzi caduto in terra per un colpo alla testa. Il tecnico, però, non era stato autorizzato dall’arbitro ed è stato espulso

Grosseto, 20 gennaio 2014 – Un allenatore è entrato in campo per soccorrere uno dei suoi ragazzi che era caduto in terra per un colpo ricevuto alla testa, ma non essendo stato autorizzato dall’arbitro è stato squalificato per 45 giorni. E’ accaduto a Claudio Buso, allenatore dei Giovanissimi provinciali del Casotto Pescatori di Marina di Grosseto. L’episodio è successo sul campo di Paganico. Due atleti si sono scontrati, uno ha battuto la testa e ha perso i sensi. Il tecnico, a quel punto, è entrato in campo per prestare i primi soccorsi senza l’autorizzazione dell’arbitro che, successivamente, lo ha espulso. Il ragazzo è stato poi trasportato fuori dal campo in attesa dell’ambulanza che lo ha portato all’ospedale per accertamenti. Nel referto del giudice sportivo si legge che Buso è stato squalificato perché “a seguito di un normale incidente di gioco entrava non autorizzato sul terreno di gioco proferendo una frase minacciosa nei confronti del direttore di gara”.

Fonte: La Repubblica