Prostituta sfugge ai suoi aguzzini e li fa arrestare

polizia prostitutePescara, 21 gennaio 2014 – Cinque misure cautelari sono state eseguite dalla Squadra mobile di Pescara nei confronti dei componenti di una pericolosa banda criminale di romeni accusati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, estorsione, lesioni, violenza privata e minacce. Decisiva la collaborazione di una delle ragazze fuggita dai suoi aguzzini. Ricostruito un giro d’affari di almeno centomila euro al mese. Inquietanti le intimidazioni alla ragazza:”Ti faremo partorire e poi venderemo il tuo bambino”. (ANSA)