Assessore stappa spumante e buca tela del Settecento

dipinto settecentoMilano, 21 gennaio 2014 – Il buco non è grandissimo ma si nota. Coperto alla bell’e meglio con pezzi di scotch, spicca nella vastità del quadro del XVIII secolo, una tela a olio 235×405 che fa bella mostra di sè nella sede della Provincia di via Vivaio. A provocarlo un tappo di spumante che, poco prima di Natale, è stato sparato incautamente al colmo di un’euforia finita fuori controllo. Autore della «bravata» l’assessore provinciale al Personale e ai Sistemi informatici Roberto Cassago (Nuovo Centrodestra), 71 anni, che «si è reso disponibile a rifondere la cifra necessaria al ripristino» del quadro «involontariamente» danneggiato. IL RIPRISTINO – Lo comunica la Provincia in merito all’episodio avvenuto a palazzo Isimbardi nei giorni scorsi. «L’Ente ha provveduto nei giorni immediatamente successivi all’evento ad avviare tutte le pratiche necessarie per il ripristino del quadro che, compatibilmente con i tempi tecnici, sarà presto restituito alla cittadinanza. La tela settecentesca, di autore ignoto e del valore di poche migliaia di euro – spiega infine palazzo Isimbardi -, ha subito un danno lieve, un taglio di pochi centimetri che è stato prontamente messo in sicurezza, in attesa del ripristino completo e definitivo». L’OPERA – Il quadro, di autore sconosciuto, ritrae le gesta di Capellino Isimbardi, capostipite della famiglia già proprietaria del palazzo che oggi ospita la sede dell’Amministrazione provinciale di Milano.

Cesare Zapperi
Fonte Corriere della Sera