Ferisce la moglie poi tenta il suicidio, arrestato

polizia50Palermo, 22 gennaio 2014 – Non si rassegnava alla fine del suo matrimonio, così aveva iniziato a perseguitare la moglie. Telefonate, appostamenti, minacce fino a ieri, quando al culmine di una lite, le ha puntato un coltello alla gola, ferendola. E’ accaduto a Palermo, dove la polizia ha arrestato un uomo di 44 anni, che adesso dovrà rispondere di lesioni personali e minacce gravi.

Inizialmente gli agenti sono intervenuti nella zona di Monte Pellegrino per soccorrere il marito che minacciava di suicidarsi. Ma una volta bloccato e messo in salvo, i poliziotti hanno scoperto che la moglie aveva appena sporto denuncia contro di lui per lesioni e minacce. Agli investigatori la donna ha raccontato che da mesi era perseguitata dal marito e che ieri, al culmine dell’ennesima violenta discussione, l’uomo era riuscito a salire sulla sua auto e le aveva puntato un grosso coltello al fianco.

Nonostante fosse terrorizzata la vittima era riuscita a reagire, strappando l’arma al marito e gettandola fuori dal finestrino. Ma il marito inferocito aveva recuperato il coltello e l’aveva ferita alla gola. Per l’uomo sono così scattate le manette.

Fonte: La Repubblica