Madre e figli piccoli salvati dalla furia del compagno ubriaco

polizia32Gli agenti della squadra volante della questura arrestano un uomo già denunciato dalla convivente per violenze su di lei e sui bambini

Cagliari, 22 gennaio 2014 – “Aiutatemi…”, all’una e mezza del mattino una donna ha telefonato al 113: si era barricata in camera da letto e il marito completamente ubriaco stava cercando di forzare la porta, aveva paura di un’aggressione contro di lei, ma soprattutto contro i due bambini piccoli che piangevano vicino a lei terrorizzati.
Gli agenti della squadra volante diretta da Gianfranco Murgia sono corsi nell’appartamento e hanno trovato l’uomo seduto in terra del tutto ubriaco e piuttosto aggressivo. Gli agenti hanno cercato di farlo ragionare ma è stato impossibile e c’è voluto impegno per metterlo in condizione di non nuocere.
La donna ha aperto la porta agli agenti, i bambini svegliati di soprassalto da urla, minacce e pugni contro la porta erano annichiliti dalla paura.
Non era la prima volta, l’uomo non era nuovo a comportamenti del genere e anche nel recente passato si sono verificati analoghi episodi di violenza psicologica e fisica sia nei confronti della donna che nei confronti dei bambini. La donna ha anche già presentato una denuncia formale.
Vista la situazione del momento e i precedenti verificati dagli agenti, l’uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.
Dell’arresto è stata data immediata comunicazione al pubblico ministero di turno, il quale ha disposto che fosse trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del processo con rito per direttissima.

Fonte: La Nuova Sardegna