Pausa caffè con furto, impiegata colta in flagrante

carabinieri15Reggio Emilia, 22 gennaio 2014 – Un rompicapo per un’imprenditrice 35enne di Quattro Castella, l’ha portata a scoprire il furto costantemente perpetrato, giorno dopo giorno, ai suoi danni, negli uffici dell’azienda. Ogni sera, la donna, registrava piccoli ammanchi dal suo portafoglio, fino a totalizzare una somma di circa 500 euro, per cui non trovava giustificazione. Richiesto l’intervento dei carabinieri, con il supporto delle cosiddette banconote “civetta”, è stata colta sul fatto un’impiegata dell’azienda.

La donna, una dipendente 48enne reggiana, denunciata per furto aggravato inerente esclusivamente all’episodio in cui è stata colta in flagranza di reato, sorseggiando un caffè si aggirava nei pressi dell’ufficio della vittima, alla quale ha sottratto i 35 euro lasciati sulla scrivania. (Adnkronos)