Germania: minacciò di attaccare il Parlamento, 7 anni di carcere a membro al Qaeda

reichstag parlamento tedescoFrancoforte, 23 gennaio 2014 – E’ stato condannato a sette anni di carcere un membro della rete terroristica di al-Qaeda che nel 2010 aveva minacciato di provocare un “bagno di sangue” nel Parlamento di Berlino. Per il tribunale di Francoforte vi sono le prove che il 25enne tedesco faceva parte di al-Qaeda e di altre organizzazioni in Afghanistan e Somalia considerate terroristiche.

Nel novembre del 2010, l’uomo ha chiamato l’ufficio criminale federale tedesco (Bka) minacciando che alcuni uomini di al-Qaeda ed altri gruppi collegati avrebbero assaltato il Parlamento e provocato un bagno di sangue. A seguito della telefonata è stato immediatamente innalzato il livello di allerta terroristica in Germania e sono state aumentate le misure di sicurezza in tutto il Paese.

L’uomo, che avrebbe lavorato per gruppi terroristici nella zona di confine tra Pakistan e Afghanistan da maggio del 2010 a gennaio del 2011, telefonò alla polizia da una cabina telefonica in Afghanistan. Nel giugno del 2012 è stato estradato dalla Tanzania in Germania ed il suo processo è iniziato l’anno seguente. L’accusa aveva chiesto che fosse condannato a 9 anni di carcere, mentre la difesa ne chiedeva l’assoluzione. Nonostante la condanna, gli investigatori sostengono che le sue minacce al Parlamento non avessero una base reale. (Adnkronos/Dpa)