Diede acido muriatico alla moglie, ma era poco: chiesta l’archiviazione

giustizia processoBergamo, 24 gennaio 2014 – Tento’ di uccidere la moglie dandole da bere dell’acido muriatico e, per questo, un pensionato di 67 anni, di Dalmine, lo scorso marzo era stato arrestato dai carabinieri. Oggi per lui il pm ha chiesto l’archiviazione per ‘inidoneita’ del tentativo’. Praticamente le analisi chimiche effettuate sulla bottiglietta sequestrata hanno riscontrato solo lievi tracce del veleno, talmente lievi da non poter uccidere. Lo stesso pensionato si era difeso dicendo di non aver mai voluto uccidere la moglie, ma soltanto di volerle somministrare appunto lievi quantita’ di acido muriatico per farla stare un po’ male e fare in modo che restasse a casa anziche’ andare sempre in giro. A dare l’allarme era stata la stessa donna, che non si era sentita bene e aveva trovato le fialette di veleno. Alla richiesta di archiviazione oggi si e’ opposta proprio la moglie. (ANSA)