Ladro di 22 anni muore schiacciato dal cancello

carabinieri3Pescara, 23 gennaio 2014 – Il corpo di un giovane di 22 anni, albanese, è stato trovato ieri sera privo di vita e senza documenti addosso, schiacciato da un cancello di ferro, all’esterno di un cantiere edile di via Aldo Moro, alla periferia di Scafa. A dare l’allarme è stato un residente di uno stabile vicino che alla vista del corpo ha allertato la sala operativa del 112. Immediatamente sul posto sono arrivati i carabinieri della locale stazione e della compagnia di Popoli. Il giovane aveva alle mani guanti di micro fibra aderenti utilizzati solitamente per compiere furti. Esaminando le impronte digitali, i carabinieri hanno dato un nome e un cognome alla vittima: Bledan Preci, soli 22 anni.
Proprio un furto finito male sarebbe l’ipotesi investigativa seguita dai militari diretti dal capitano Antonio Di Cristofaro. È infatti probabile che il giovane, nel tentativo di scavalcare il pesante cancello, sia stato travolto dallo stesso. Al vaglio degli inquirenti anche l’ipotesi che il ragazzo non fosse solo e sia stato abbandonato dai complici al momento della tragedia. Il pm di turno della procura di Pescara, Silvia Santoro, ha disposto una ricognizizone cadaverica esterna che sarà eseguita probabilmente oggi, e non un’autopsia visto che la dinamica dell’incidente risulta piuttosto chiara. Il corpo è stato trasferito, sempre su disposizione dell’autorità giudiziaria, prima nella camera mortuaria dell’obitorio di Scafa e ora si trova all’ospedale di Pescara.

Fonte: Il Centro