Sedicenne uccisa: omicida scarcerato, portato in una clinica

fabiana luzziCatanzaro, 24 gennaio 2014 – E’ stato scarcerato e condotto in una clinica a causa del suo profondo stato di prostrazione psicologica, al punto che ha tentato due volte il suo suicidio, Davide M., il diciottenne che nel maggio dello scorso anno, a Corigliano Calabro (Cosenza), accoltello’, al culmine di una lite, la fidanzata sedicenne, Fabiana Luzzi, bruciandone il corpo quando, secondo quanto ha dichiarato lo stesso giovane agli investigatori, la ragazza era ancora viva. La decisione e’ stata presa dal Tribunale dei minorenni di Catanzaro. (ANSA).