Medico esce di casa in ciabatte e si uccide gettandosi nel fiume

Foto: Il Gazzettino
Foto: Il Gazzettino

Caterina Biason aveva 50 anni e soffriva di depressione. Alcuni passanti l’avevano notata nel parco golenale, ma poi l’avevano persa di vista

Venezia, 25 gennaio 2014 – Ha scelto il Piave per spezzare per sempre quel “male oscuro” che le si era incuneato da qualche tempo nell’animo. Quel disagio che neppure il grande amore per il marito e il grande affetto dei suoi pazienti erano riusciti a lenire. Ed ora tutta Noventa piange la morte della dottoressa Caterina Biason.

Originaria di Grassaga, aveva 50 anni e dal 2005 era uno dei medici di base. Ieri mattina la tragedia: verso le 9 al parco golenale alcuni passanti notano una donna che, indossando solo ciabatte e un giaccone, si dirige verso le acque del Piave. La seguono da lontano ma poi la perdono di vista, e così danno l’allarme. Poco dopo viene recuperato il corpo di una donna rimasto impigliato tra i rami e successivamente c’è il riconoscimento ufficiale del marito.

Fabrizio Cibin
Fonte: Il Gazzettino