Maltempo, parte la settimana di gelo polare. Da lunedì neve in arrivo

meteoRoma, 26 gennaio 2014 – La morsa del gelo proveniente dall’Artico è arrivata, preparando il terreno a una settimana di vero inverno, che però si concluderà verso il week end con venti di Scirocco che faranno gradualmente innalzare le temperature. Già da lunedì è previsto l’arrivo di una nuova perturbazione che porterà un peggioramento su Nordest e regioni centro meridionali, con piogge e nuovi acquazzoni.

La neve, dice il direttore del portale IlMeteo.it, Antonio Sanò, comparirà lunedì sera a quote basse sull’Emilia e sulle Alpi, e nella notte fino in pianura su Bologna, parte del Veneto, Lombardia orientale e in Trentino Alto Adige. Le nevicate più importanti sono attese sul bolognese, copiosissime sull’Appennino tosco-emiliano-romagnolo oltre i 100 metri, e su quello marchigiano a 200 metri.

Dopo una breve tregua martedì sera, tra mercoledì e giovedì – sottolinea il meteorologo di Epsonon-meteo Daniele Izzo – la neve in pianura potrebbe cadere fino a quote pianeggianti su gran parte del Nord. Verranno quindi imbiancate città come Torino, Milano, Genova e Piacenza. La fase clou di queste nevicate al momento – precisa Izzo – sembra dover avvenire tra la sera di mercoledì e la mattina di giovedì quando, oltre a quelle del Nordovest, potrebbero essere imbiancate anche molte città del Nordest tra cui Verona, Treviso e Udine.

«A Milano – aggiunge Sanò – mercoledì sono attesi 10 centimetri di neve e in nottata una bellissima nevicata di oltre 10 centimetri imbiancherà tutta l’Emilia occidentale, il Trentino Alto Adige e l’alto Veneto, in particolare il Vicentino. La neve continuerà a cadere giovedì sulle Alpi e sull’Emilia e sarà proprio l’Emilia occidentale e in particolare il piacentino ad avere il carico nevoso più copioso. Ancora più intense le nevicate sui rilievi liguri e sulle Alpi orientali, dove tra il bellunese e la Carnia si toccheranno gli 80 centimetri».

«Il maltempo – precisa Francesco Nucera di 3BMeteo – non risparmierà il resto d’Italia, con piogge sparse almeno fino a venerdì, più intense sulle Tirreniche». Da sabato poi i venti di Scirocco porteranno ad un graduale rialzo delle temperature, sostituendo la pioggia alla neve anche sulle Alpi fino a 800-1000 metri.

Fonte: Il Messaggero