Omicidio del maresciallo Spedicato, i fratelli nigeriani condannati a 32 anni

salvatore spedicatoIl maresciallo dell’amministrazione presso l’Accademia Militare venne ucciso con sette coltellate e quindi rapinato

Modena, 27 gennaio 2014 – Oggi in tarda mattinata presso l’aula del Gip del Tribunale il giudice Magno ha condannato con tiro abbreviato Moses e Babatunde Raphael Oloyede per l’omicidio di Salvatore Spedicato, 50 anni, il maresciallo dell’amministrazione presso l’Accademia Militare ucciso con sette coltellate e quindi rapinato dei propri averi nella sua abitazione in viale Barozzi nel giugno 2012. La pena stabilita dopo due ore di camera di consiglio è di sedici anni di carcere (comprendenti già lo sconto di pena di un terzo secondo il rito scelto) per ciascuno dei due fratelli nigeriani residenti a Modena. Il pm Enrico Stefani aveva chiesto venti anni per ciascuno (sconto di pena, incluso) per l’omicidio e tre per la rapina. I due sono stati riconosciuti colpevoli di omicidio volontario in concorso e in continuazione con la rapina successiva. La difesa, avvocato Alessia Gonzo, aveva chiesto l’assoluzione per Moses, ritenuto estraneo al delitto secondo la ricostruzione della difesa, e il non luogo a procedere per Babatunde. Soddisfazione per la pena dai fratelli e dai familiari della vittima, assistiti come parte civile dall’avvocato Giuseppe Cricchio.

Carlo Gregori
Fonte: La Gazzetta di Modena