Picchia selvaggiamente il fratello: ”Una voce mi ha ordinato di farlo”

Foto: archivio
Foto: archivio

Avellino, 27 gennaio 2014 – Aggredisce, senza motivo, il fratello riducendolo quasi in fin di vita. A.D.P., 50 anni, da poco dimesso dall’ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa dove era stato internato qualche anno addietro, ha aggredito e picchiato con una bestiale energia il fratello. Una furia infernale, scatenata da futili motivi come hanno poi raccontato ai Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano, diretti dal capitano Madaro, i familiari che hanno tentato disperatamente di calmarlo.

L’uomo, un passato caratterizzato da problemi psichici evidenti e un presente incerto e comunque travagliato, già da giorni stava creando notevoli fastidi sia in famiglia che nella piccola comunità di Calore, frazione di Mirabella Eclano. Chi sa e conosce il dramma personale di A.D.P. lo evitava addirittura per non incappare in spiacevoli inconvenienti. I militari dell’Arma avevano ricevuto diverse segnalazioni circa la pericolosità del soggetto, e per questo lo tenevano anche sotto controllo per timore che potesse andare in escandescenze.

E nonostante la prevenzione, e l’attenzione, l’uomo ieri mattina ha perso le staffe e ha cominciato a picchiare selvaggiamente il fratello senza un motivo apparente mentre. L’uomo percosso a sangue è stato poi trasferito per controlli e accertamenti all’ospedale Frangipane di Ariano Irpino. L’altro invece è stato fermato dai Carabinieri e denunciato a piede libero per violenza personale aggravata.

Barbara Ciarcia
Fonte: Il Mattino