Tenta di gettare dal 5° piano la vicina intervenuta per fermare le violenze sulla moglie

carabinieri18Napoli, 26 gennaio 2014 – Maltratta la convivente e poi tenta di buttare giù dal quinto piano la vicina che era intervenuta a difesa della malcapitata: i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli hanno arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia continuati, tentato omicidio e lesioni personali un immigrato marocchino, di 29 anni.

L’uomo è stato bloccato nella sua abitazione al quinto piano dove aveva aggredito a calci e pugni la convivente 54enne per poi cercare di sbarazzarsi di due vicine accorse in aiuto della vittima, cercando di spingere nel vuoto una 46enne e aggredendo una 45enne.

Le tre donne hanno riportato contusioni varie guaribili dai 7 ai 15 giorni. La 46enne che ha rischiato di essere spinta nel vuoto ha subito anche uno shock emotivo reattivo.

Nel corso di successivi accertamenti è emerso che analoghi maltrattamenti duravano da circa un anno ed erano sempre conseguenti a futili motivi. L’arrestato è stato condotto al carcere di Poggioreale.

Fonte: Il Mattino