Maniaco nella palestra di ginnastica, atti osceni davanti alle bambine

polizia48Le ragazzine, spaventate, si sono rifugiate in bagno. Il custode della società ha inseguito l’esibizionista e l’ha buttato fuori. Denuncia in questura

Trieste, 28 gennaio 2014 – Un maniaco è entrato nello spogliatoio femminile della Ginnastica triestina. Si è esibito con gesti indicibili dopo essersi spogliato davanti agli occhi spaventati di quattro allieve di 9 anni della sezione ginnastica artistica che in quel momento stavano cambiandosi dopo la lezione che era appena terminata.
L’episodio sconcertante si è verificato giovedì scorso attorno alle 19.30. Ma la notizia è trapelata sole ieri. A denunciare l’accaduto è stata infatti la mamma di una bambina che si è subito rivolta alla Questura dove ha sporto denuncia.
Ed ora è scattata la caccia al maniaco della Ginnastica triestina. Secondo gli investigatori sicuramente si tratta di una persona che conosce abbastanza bene il dedalo dei corridoi che portano allo spogliatoio delle bambine. Racconta la madre della giovane allieva: «Mia figlia è terrorizzata. Non vuole più andare a ginnastica. Perché ha paura che qualcuno possa entrare all’improvviso nello spogliatoio».
Continua: Nella denuncia la donna ha evidenziato che appunto «non è semplice arrivare allo spogliatoio, in quanto non ci sono indicazioni. Ci sono due entrate diverse per maschi e femmine. Per arrivarci bisogna percorrere due rampe di scale. Pertanto, sono convinta, che quell’uomo sapeva esattamente l’ubicazione dello spogliatoio».
Questi i fatti. Quando il maniaco si è esibito, dopo essersi abbassato i pantaloni, due ragazzine spaventate sono fuggite nascondendosi nei vani delle docce vicini allo spogliatoio. Una terza bambina è rimasta impietrita e ha urlato terrorizzata. Poi ha pianto a dirotto per lo spavento.
La quarta invece è scappata all’esterno e ha percorso i corridoi della società sportiva. È andata ad avvisare il custode. Questi, secondo la ricostruzione della polizia, è accorso fino allo spogliatoio indicato dalla bambina dove era avvenuto il fatto. Ha incontrato l’uomo, ma anziché trattenerlo in attesa dell’arrivo della polizia, lo ha accompagnato fuori lasciandolo andare via. Senza nemmeno chiedergli il nome. Come se fosse normale che un estraneo vada tranquillamente in un’area dove ci sono delle ragazzine di 8-9 anni.
Dice ancora la madre che per conto della figlia ha sporto denuncia alla polizia. «Gli unici elementi che sono riuscita a sapere è che l’esibizionista è un uomo di circa 40 anni. Ha i capelli corti neri, è magro ed è di altezza media. Spero che la polizia riesca a raggiungerlo».
Poi racconta come è venuta a conoscenza dell’accaduto. «L’ho saputo quando attorno alle 19.30 sono andata a prendere mia figlia dopo la lezione. Prima di lei è uscita un’altra bambina che piangeva disperata. Ha detto: “C’è un uomo nudo che si tocca. È nello spogliatoio dove eravamo noi”».
La madre si è ovviamente spaventata. Ha atteso che uscisse la propria figlia e dopo aver avuto conferma dell’accaduto è andata in Questura a sporgere denuncia. «A mia memoria – ha raccontato al poliziotto – non sono mai accaduti fatti simili alla Ginnastica triestina».

Corrado Barbacini
Fonte: Il Piccolo