Adescato su un sito di incontri con un falso profilo e rapinato, un arresto e una denuncia

carabinieri53Bari, 30 gennaio 2014 – Ha conosciuto una donna su un sito internet di incontri e in buona fede ha fissato un appuntamento per incontrarsi subito. Cosi’ un uomo di 29 anni, di Giovinazzo, in provincia di Bari, nella convinzione che il profilo fosse autentico e corrispondesse effettivamente a quello di una donna, si e’ recato all’appuntamento. Li’ ha invece trovato un uomo, poi identificato in un 32enne pregiudicato di Giovinazzo, che ha costretto la vittima a seguirlo nella sua abitazione dove ad attenderli c’era la convivente, una 23enne di Bari.

I due dopo aver aggredito il 29enne lo hanno rapinato del cellulare e dei soldi, accompagnandolo al piu’ vicino sportello bancomat per costringerlo a prelevare altri soldi. Non sono riusciti nel loro intento solo perche’ lo sportello era fuori servizio. A quel punto la vittima e’ stata mandata via e, ancora sotto shock per quanto accaduto, ha raccontato tuttosi è recato dai carabinieri della Stazione di Giovinazzo cui ha raccontato tutto, indicando loro i luoghi e descrivendo le persone coinvolte.

I militari, unitamente ai colleghi della Compagnia di Molfetta e della Stazione di Bari Scalo, sulla base degli elementi raccolti sono riusciti ad identificare e rintracciare i due, trovandoli in possesso del telefono e del denaro appena sottratto alla vittima. Il giovane, che ha fatto ricorso alle cure del punto di Primo Soccorso di Giovinazzo, ha riportato lesioni giudicate guaribili in tre giorni. Il 32enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, dovendo rispondere di rapina e sequestro di persona, e’ stato collocato ai domiciliari mentre la complice è stata deferita in stato di liberta’ con le stesse accuse. (Adnkronos)