Cercano una baby sitter, assumono una prostituta

escortPresenta sette annunci per cercare lavoro: da escort a custode di bambini e anziani

Ancona, 30 gennaio 2014 – Cercano una baby sitter e si ritrovano una prostituta. La donna in questione deve mantenere se stessa e il compagno senza lavoro, ed è disposta a tutto pur di trovare il modo di sbarcare il lunario. Un caso noto ai servizi sociali, dove sono stati segnalati anche i suoi annunci di “cerco-lavoro” che andavano da un estremo all’altro: sette annunci in cui la donna, una senigalliese, si offriva come baby sitter referenziata con grande esperienza, donna delle pulizie e tutto fare in casa e anche badante per anziani. Fin qui nulla di strano se non fosse che contemporaneamente erano presenti anche annunci a “luci rosse” tra cui accompagnatrice e prostituta in varie versioni, standard in auto o in motel, a domicilio nella casa del cliente ed eventualmente anche a casa sua precisando però che nell’appartamento c’era il compagno, consenziente e d’accordo sul fatto che la sua dolce metà si prostituisse anche tra le mura domestiche. Un altro drammatico spaccato della crisi occupazionale.

Fonte: Corriere Adriatico