Maniaco seriale di Bologna: l’arrestato si chiama Cezarin Robert Tidavar

identikit2Bologna, 30 gennaio 2014 – Si chiama Cezarin Robert Tivadar, romeno che compira’ a luglio 27 anni, il giovane arrestato in Danimarca, accusato di essere l’aggressore seriale di Bologna. Si trovava in Danimarca per studio, mentre dal 19 dicembre era stato a Bologna, per le feste natalizie, a trovare la madre. Il pm Laura Sola, che con la supervisione del Procuratore aggiunto Valter Giovannini ha coordinato le indagini della squadra mobile della polizia, nel chiedere l’ordinanza di custodia in carcere, gli contesta due aggressioni, avvenute all’alba di sabato 11 gennaio. Tivadar e’ stato raggiunto dal mandato d’arresto in mattinata in uno studentato a Copenaghen, il provvedimento ora dovra essere convalidato. L’ordinanza e’ firmata dal Gip Francesca Zavaglia. Una delle due vittime lo aveva riconosciuto con certezza dalle foto e ha riferito di averlo gia’ incontrato, la stessa sera, prima del pedinamento e dell’aggressione, e di essere stata oggetto di approcci anche in precedenza, in un locale notturno. (ANSA)

Leggi anche:
”Uomo straniero con occhi di ghiaccio”, il maniaco di Bologna ha nuovi identikit – GUARDA E CONDIVIDI
Caccia al maniaco di Bologna, due nomi in mano a polizia e pm
Caccia al maniaco di Bologna, “ci sono le foto ma non si vede il volto”
Inchiodato il molestatore seriale di Bologna, vicini alla svolta