Omicidio Meredith: Sollecito rintracciato vicino al confine con Austria

raffaele sollecito2Firenze, 31 gennaio 2014 – Secondo quanto si e’ appreso, Raffaele Sollecito e’ arrivato nel pomeriggio di ieri a Tarvisio e sarebbe stato intenzionato a varcare la frontiera con l’Austria. I poliziotti della Questura di Firenze, in collaborazione con i colleghi di Udine, hanno rintracciato Sollecito tra Udine e Tarvisio.

Raffaele Sollecito, condannato ieri sera dalla Corte d’Assise d’Appello di Firenze a 25 anni di carceri per l’omicidio di Meredith Kercher, ha lasciato il Palazzo di Giustizia di Firenze ieri mattina, alle 10.15, quando la Corte si e’ riunita in camera di consiglio per emettere la sentenza. Sentenza che per Sollecito ha previsto anche la misura del divieto di espatrio con il ritiro del passaporto e degli altri documenti per viaggiare all’estero.

Sollecito ha salutato i giornalisti, poco dopo le 10,15, dicendo: “Ora vado via, ma poi torno”. E’ salito su un taxi e si e’ diretto in albergo con il padre, ritirando i suoi bagagli. Poi ha iniziato il suo viaggio verso il Friuli, forse per espatriare in Austria prima che fosse emessa la sentenza. Per tutto il pomeriggio nell’aula Sollecito non si e’ fatto vedere, facendo sorgere dubbi e domande, a cui ha posto fine il suo avvocato, Luca Maori, quando poco prima delle 19 ha detto che il suo assistito non sarebbe venuto. A quell’ora Sollecito era gia’ in provincia di Udine, si e’ appreso stamani. (Adnkronos)

Leggi anche:
Meredith. Condannati Amanda e Raffaele: 28 anni a lei, 25 e divieto d’espatrio per lui
Meredith: Amanda, ‘impietrita, ma non ha pianto