S’intasca 70mila euro, condannato maresciallo dei carabinieri

berrettoVerona, 30 gennaio 2014 – Accusato di peculato militare aggravato e continuato in concorso, un maresciallo dei carabinieri è stato condannato dal tribunale militare di Verona a tre anni e due mesi di reclusione militare e alla rimozione dal grado. L’uomo, ora in congedo ma già in servizio al 7 Carabinieri di Laives (Bolzano) con funzioni amministrative e di contabile agli assegni, è stato riconosciuto colpevole di essersi appropriato tra il 2006 e il 2010 di 70.541 euro. L’ex maresciallo aveva agito in concorso con un Luogotenente che davanti al gup ha patteggiato una pena di due anni di reclusione militare.
In particolare per l’accusa l’ex maresciallo aveva costituito falsi ordini di pagamento al fine di giustificare uscite di denaro dalla cassa del Comando. I falsi pagamenti erano stati creati per giustificare inesistenti marce alle quali risultavano aver partecipato decine di carabinieri in realtà impegnati in altre attività o all’estero.
Fonte Il Gazzettino