Vuole morire in mare, salvato dal suo medico

vigili fuoco salvataggio suicidaAscoli Piceno, 30 gennaio 2014 – Voleva farla finita ed era intenzionato ad andare fino in fondo. Così, ieri mattina di buon’ora, un anziano sambenedettese di 83 anni ha raggiunto il punto centrale del Molo Sud e salito sul muro di scogli con il fermo proposito di gettarsi in mare.

Probabilmente lo avrebbe anche fatto se il destino non avesse messo sulla sua strada una persona che lo conosceva bene e che si è reso conto della stranezza di quella situazione: il suo medico di base. Il dottore lo ha chiamato e l’anziano gli ha subito fatto capire le proprie intenzioni. Il medico ha così prima cercato di farlo desistere ma ha impiegato poco tempo a capire che la situazione non sarebbe stata semplice.

E così è stato costretto a chiamare rinforzi allertando, con il telefonino, il 118. Sul posto è arrivata una autoambulanza e una pattuglia dei carabinieri insieme agli uomini della Capitaneria di porto che si sono preparati al peggio inviando anche il gommone del nucleo sommozzatori.

Tutte le persone intervenute hanno provato in ogni moda a far desistere l’ottantatreenne ma per lungo tempo l’uomo è rimasto fermo sul proprio proposito e, soprattutto, a ridosso del mare. Il tutto in presenza di decine di persone che, nel frattempo, si erano radunate intorno richiamate dall’insolita situazione.

Alla fine, dopo estenuanti trattative, i soccorritori sono riusciti a convincerlo e farlo tornare sui propri passi. Ma è stata davvero dura. L’anziano è stato preso in consegna dal personale sanitario. È stato quindi accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di San Benedetto dove è stato sottoposto a tutta una serie di controlli precauzionali.

Fonte: Corriere Adriatico