Denuncia il suo stupratore “Mi ha fatto bere a poi violentata”

carabinieri18Genova, 31 gennaio 2014 – E’ stata ritrovata all’interno di un appartamento non suo, in via Arpinati, a Rapallo. Da sola. Dolorante e semivestita. Quando i soccorritori, chiamati da una vicina di casa, l’hanno raggiunta, ha detto di essere stata violentata e lasciata lì. È questa la disavventura della quale è rimasta vittima B.D., 44 anni, che vive e lavora a Deiva Marina. La donna, soccorsa dai volontari di Sant’Anna e dai carabinieri della compagnia di Santa Margherita, è stata ricoverata con il trattamento sanitario obbligatorio all’ospedale di Lavagna. Lì, i medici, le hanno trovato addosso i segni di un rapporto sessuale piuttosto violento. Ma non c’è traccia del suo compagno, l’uomo con il quale la donna aveva un appuntamento. In quell’appartamento, di proprietà di un uomo di Rapallo e che risulta non in affitto (estraneo alla vicenda), i soccorritori hanno trovato soltanto lei. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Al. Po.
Fonte: Il Secolo XIX