Maltrattò la moglie perché scoprì di essere lesbica: assolto ex militare dopo dieci anni

violenzaRoma, 1 febbraio 2014 – Assoluzione e prescrizione per l’ex militare che nel 2009 venne accusato di aver maltrattato la moglie che aveva deciso di lasciarlo dopo aver scoperto di essere lesbica. L’uomo, difeso dall’avvocato Gianluca Arrighi, era imputato di maltrattamenti in famiglia, lesioni, ingiuria, diffamazione e minacce. Ieri la seconda sezione del Tribunale di Roma ha pronunciata la sentenza con cui ha assolto l’ex militare dall’accusa di maltrattamenti dichiarando invece prescritti tutti gli altri reati. «Se è vero che la prescrizione non entra nel merito dei fatti – spiega il legale -, è altrettanto vero che ogni imputato è innocente sino alla eventuale sentenza definitiva di condanna.

Il processo si è concluso con una assoluzione e con un proscioglimento e pertanto mi auguro che su questa tormentata vicenda possa finalmente porsi la parola fine». Tutto era iniziato una decina di anni fa, quando l’ex militare, all’epoca poco più che trentenne, venne lasciato dalla moglie che nel frattempo aveva cominciato una relazione con un’altra donna. L’uomo avrebbe reagito con violenza alla separazione, che gli costò anche la custodia dei figli, assegnati alla sua ex.

Fonte: Il Messaggero