Minorenne fugge dalla comunità educativa per raggiungere la mamma

polizia38Folignano (Ascoli), 3 febbraio 2014 – Ore di preoccupazione sono state vissute sabato dal personale nella comunità educativa per minori «La Navicella» di Folignano. Gli operatori, intorno alle 16.30, hanno lanciato l’allarme alla polizia perché una minore ospite della struttura non si trovava più. Per fortuna la fuga della ragazza, di 17 anni, è durata solo due ore e mezza.

La giovane, per motivi che non si conoscono, aveva deciso di raggiungere la madre che si trova a San Benedetto per riabbracciarla, ma non aveva lasciato alcuna indicazione.

L’avventura è durata poche ore, ma ha creato molta apprensione tra il personale e ha fatto scattare l’allarme tra le forze dell’ordine. A gettare acqua sul fuoco è stata la madre che quando ha visto arrivare la figlia a casa, ha ben pensato di telefonare alla comunità per rassicurare tutti.

Con una telefonata ha avvertito i responsabili della comunità educativa, che la giovane stava bene e che sarebbe rientrata al più presto nella struttura accompagnata da lei personalmente. L’allarme alla polizia era scattato intorno alle 16.30, quando il personale della casa famiglia si è accorta che della giovane non c’era più traccia.

Inzialmente si è cercato all’interno della casa, circondata anche da un giardino, sono stati momenti di paura, i responsabili hanno pensato che la minorenne poteva essere fuggita per raggiungere chissà quale località.

Una volta scattato l’allarme gli agenti della polizia hanno cominciato ad organizzare le ricerche e sono scattate tutte le procedure per effettuare i controlli; la preoccupazione era soprattutto determinata dalla circostanza che la minore, introversa e non abituata a stare per lungo tempo lontano da casa, avesse raggiunto chissà quale meta.

Poi il felice epilogo. Il ritrovamento è avvenuto grazie alla telefonata della madre della giovane che ha chiarito che la figlia era a casa sua.

Parole che hanno fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti e rientrare l’allarme della forze dell’ordine. La minorenne è stata così riportata sana e salva, nella casa-famiglia.

Maria Grazia Lappa
Fonte: Il Resto del Carlino